La battaglia di Norimberga

LA Battaglia di Norimberga 29-10-2016

Il 14 aprile 1561 a Norimberga, Germania, secondo le cronache dell’epoca, la popolazione vide comparire in cielo numerosi oggetti volanti, di varie forme, che ingaggiarono fra di loro una sorta di combattimento. Essi per lo più erano di forma sferica ed allungata, esattamente come la maggior parte degli avvistamenti di ogni altra epoca ed anche odierni. Cinque anni più tardi, questo evento accadde anche nella città di Basilea in Svizzera. Ma parliamo del caso di Norimberga.

Le cronache del tempo riportarono l’accaduto con molta dovizia di particolari, affinché della vicenda rimanesse chiara memoria, e così in effetti è stato, dato che ad oggi è uno dei più famosi ed eclatanti avvenimenti ufologici della storia pre-contemporanea. A testimonianza dell’importante episodio inoltre, furono eseguite diverse incisioni su legno e stampe su carta di cui almeno una copia conosciuta e a colori. L’avvenimento durò circa un’ora e terminò quando diversi oggetti precipitarono al suolo infiammandosi e elevando colonne di fumo (dopo essere stati abbattuti in uno scontro aereo tra fazioni differenti) alla periferia della città, causando tra l’altro un incendio.

Secondo l’incisore Hans Glaser, che, insieme a “numerosissime persone, uomini e donne”, assistette al combattimento aereo, la mattina dell’evento apparvero vicini al Sole “due oggetti a forma di falce, simili alla luna calante, di colore rosso. Questi oggetti si spostavano dal centro ai lati del Sole, e poi sopra e sotto”. Glaser aggiunge che “C’erano anche delle sfere di colore rosso, blu e nero, e dei dischi tondeggianti che volavano in formazioni di tre o quattro oggetti. Volavano a file di tre, o a quattro formando dei quadrati, e alcuni dischi volavano da soli. Mescolate a questi oggetti sono state viste anche molte croci di colore rosso, e fra di esse c’erano oggetti di forma allungata con la parte posteriore più spessa e la parte anteriore più snella. In mezzo a tutto questo c’erano due grandi oggetti cilindrici, uno sulla destra ed uno sulla sinistra, e dentro ognuno di essi c’erano numerose sfere, e tutti iniziarono a combattere fra di loro”.

Sempre secondo il racconto trascritto da Glaser, “la battaglia nei cieli durò circa un’ora e fu vista da numerosissime persone, sia nella città che nelle campagne circostanti, poi alcuni oggetti caddero in fiamme sulla terra, alla periferia della città, provocando un vasto incendio ed una grande nube di fumo. I presenti videro anche, vicino alle sfere volanti, una specie di grande lancia nera”. Il testo di Glaser, attualmente conservato presso la Wickiana della Biblioteca Centrale di Zurigo in Svizzera, venne pubblicato insieme a commenti religiosi sul Giudizio Universale e sul peccato nel gazzettino della città di Norimberga, corredato da una stampa a colori (quella sopra descritta).Nella stampa vediamo chiaramente una scena ufologica di guerra aerea, così come descritta (o quasi) dall’autore e testimone, che mostra un gigantesco UFO triangolare di colore nero (in verità più a forma di asso di picche allungato), mentre secondo alcune traduzioni avrebbe invece avuto una forma di falce (tale forma sarebbe decisamente più simile a quella moderna di alcuni avvistamenti famosi).

. Insieme ad esso erano presenti due enormi sigari volanti ai due lati, esattamente come descritto dall’autore, altri più piccoli e più schiacciati ad un’estremità (a forma di flauto), e moltissime croci e sfere di tutti i colori. La scena in effetti sembra una gran battaglia aerea tra OVNI di ogni sorta e del tutto simili a quelli di oggi (per esempio i sigari volanti sono fusiformi); le sfere ed il gigantesco UFO nero ricordano invece gli oggetti triangolari di Phoenix e di altri avvistamenti. Il tutto avviene in uno sfondo periferico della città, dov’è possibile distinguere chiaramente alcune sfere di vario colore (rosse, gialle, nere, blu e bianche) precipitate al suolo in mezzo ai campi e le abitazioni o in volo, e un incendio scaturito dal loro impatto con il terreno, mentre enormi fumate ne fuoriescono andando verso l’alto: anche qui l’incisione collima alla perfezione con il resoconto di Glaser.

Fonte:http://www.seven-network.it/

E-MAIL:

extranormal@extranormal.eu